Ultima modifica: 10 Febbraio 2020

Progetto “Dentro la pena”

TRIENNIO LICEO ECONOMICO SOCIALE

Il 31 gennaio 2020 nella sede del Liceo Statale N. Forteguerri di Pistoia si è tenuto il primo appuntamento del progetto Dentro la pena. Un viaggio nella giustizia di comunità”, organizzato dal Liceo in collaborazione con l’UFFICIO ESECUZIONE PENALE  ESTERNA di Pistoia. 

Il progetto coinvolge tutte le classi del triennio del Liceo Economico Sociale in un percorso formativo che punta a potenziare le competenze di indirizzo, attraverso l’indagine di alcuni aspetti  della giustizia penale. 

Nel corrente anno scolastico, gli studenti delle classi terze LES avranno modo di riflettere sul concetto di pena e di colpa, analizzando ordinanze e decreti per comprendere le finalità e le potenzialità della giustizia riparativa.

In quarta, guidati da un team di avvocati della CAMERA PENALE di Pistoia ed in collaborazione con il TRIBUNALE, costruiranno le basi per comprendere lo svolgimento del processo penale. 

Nella classe quinta vestiranno la toga per calarsi nei panni della Giuria, del Pubblico Ministero e della difesa e diventeranno parti attive di un processo simulato utilizzando la metodologia del role playing

L’avvio del percorso ha visto le quattro classi terze LES riunite in Aula Magna, dove la Dott.ssa Giuditta Merli, Magistrato del Tribunale di sorveglianza di Firenze, ha dialogato con gli studenti sul tema “La pena flessibile e la centralità della persona”.

Il secondo incontro “L’esecuzione penale esterna e le misure alternative alla detenzione” sarà un laboratorio centrato sull’analisi di casi reali, guidato dalla Dott.ssa Laura Caglieri, Dirigente dell’Ufficio Esecuzione Penale Esterna di Pistoia. Il terzo incontro, condotto dalla Dott.ssa Liliana Lupaioli (Ufficio Esecuzione Penale), avrà come titolo “La giustizia riparativa, lo scenario internazionale”,  che porterà gli studenti ad analizzare il concetto di giustizia riparativa, partendo da uno studio di caso in una prospettiva internazionale, fino ad indagare gli ambiti di applicazione locale. A conclusione del percorso gli studenti incontreranno alcuni testimoni, rei o vittime di reati, che racconteranno la loro esperienza.